Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Carmelo Lazzaro

Carmelo Lazzaro

L’obiettivo stagionale annunciato è la salvezza ma vedere la Fortitudo Moncada Agrigento al comando della classifica, al primo posto della A2, è motivo di orgoglio per tutti.

Ci si gode il primato e si gusta le gesta di una squadra che ha iniziato la stagione nel modo migliore. La classifica oggi ha un significato relativo ma i punti in cascina sono preziosi in chiave futura. Agrigento giocherà le prossime due gare in casa con la possibilità di incrementare ulteriormente il bottino. Domenica prossima, con inizio alle 18, riceve Cassino.

Il commento di Lorenzo Ambrosin: "Stiamo vivendo un bel momento. Questo è dovuto all’impegno di tutti. Adesso non dobbiamo fermarci. Contro Cassino non sarà una sfida semplice. Dobbiamo essere bravi a non sottovalutare l’avversario. Loro hanno giocatori molto importanti, noi dobbiamo riuscire a mantenere la giusta lucidità in difesa, solo così l’attacco potrà lavorare bene".

Cassino è fanalino di coda con ancora nessuna vittoria all’attivo ma il coach Franco Ciani rimarca il valore degli avversari.

"Sarà una gara difficile e insidiosa. Cassino non ha mai vinto, ma ogni singolo giocatore ha un tasso di esperienza importante e non è di certo quello che l’attuale classifica lascerebbe intendere. L’impatto con la nuova serie forse è stato più pesante del previsto. E’ una squadra, però, che in qualsiasi momento può ritrovare spirito, qualità di gioco e intensità.

Noi veniamo da una serie positiva, abbiamo fatto forse un pizzico meglio di quello che forse tutti si aspettavano. Le insidie di questa gara sono mille, come quelle di sottovalutare gli avversari. Non dobbiamo fare questo tipo di errore. La nostra settimana? E’ stata difficile. Abbiamo perso un giorno di lavoro. In aggiunta abbiamo avuto l’infortunio di Guariglia, questo ha inciso molto. La squadra deve sopperire con una concentrazione massimale ad una settimana diversa dal solito. Dobbiamo metabolizzare in fretta”.

 

“Ciò che conta in  questa fase di campionato è incamerare più punti possibili”. Il tecnico dell’Akragas, Giovanni Falsone, lo ripete sin da quando è arrivato sulla panchina biancazzurra. La squadra è stata costruita in appena 48 ore, con i giocatori disponibili a sposare il nuovo progetto quasi al buio e, peraltro, a stagione iniziata. I biancazzurri stanno stringendo i denti e nonostante una preparazione non ottimale stanno facendo del proprio meglio.

Nel recupero della gara con il Don Bosco Partinico, allo stadio Esseneto, l’Akragas ha vinto due a uno. Successo maturato nella seconda parte della gara e non è stato facile avere ragione della squadra allenata dall’ex Mimmo Bellomo.

Il primo tempo è terminato in parità, uno a uno. L’Akragas ha sbloccato l’incontro con Falsone ed il Don Bosco ha pareggiato con Corso. Nella ripresa entrambe le squadre hanno sfiorato il gol ma l’Akragas ha prevalso grazie alla rete di Lo Curto.

Una vittoria importante per l’Akragas che compie un passo in avanti in classifica. I biancazzurri devono ancora recuperare una gara, forse il 14 novembre con il Kamarat allo stadio Esseneto. Avanti in classifica in attesa della definizione del quadro dirigenziale che potrebbe consentire al club di rafforzarsi ulteriormente nel mercato di dicembre. 

 

 

 

Di settimana in settimana la Fortitudo Moncada Agrigento continua a stupire. Ancora un successo. Ancora una vittoria esterna: questa volta sul difficile campo di Bergamo contro una squadra in ottima condizione che condivideva lo stesso piazzamento in classifica. I ragazzi di Franco Ciani si sono imposti con determinazione, personalità e grande cuore.

Agrigento ha trionfato al pala Agnelli con un margine di dieci punti, 79 a 89. Una gara ben giocata dai biancazzurri che hanno avuto il merito di crederci fino alla fine, di mantenere alta la concentrazione sia in attacco che in difesa. Agrigento ha giocato da squadra. Coach Ciani li ha coinvolti quasi tutti e chi è entrato in campo ha dato il proprio apporto. Cannon 17 punti; Bell, Zilli e Pepe 13 punti; Ambrosin 12; Evangelisti 11.

E’ stata una gara all’insegna dell’equilibrio con la Fortitudo Agrigento avanti per lunghi tratti. Dalla fine del terzo quarto i biancazzurri sono riusciti a staccare Bergamo e mantenere il margine di vantaggio.

Un successo preziosissimo. Agrigento sale in classifica a quota 8. Primo posto insieme a Casale Monferrato, Orlandina e Virtus Roma.

Un primo posto meritatissimo per una squadra che col lavoro, l’abnegazione e la voglia di fare, intende continuare a stupire. Vincere a Bergamo non era semplice. La Fortitudo Moncada è stata super.

Bergamo - Moncada Rinnovabili Agrigento 79-89 (25-27, 21-18, 16-19, 17-25)

Bergamo: Taylor 23 (5/5, 2/4),  Roderick 18 (5/9, 1/2),  Fattori 13 (2/7, 3/5), Benvenuti 8 (4/5, 0/0), Casella 7 (2/2, 1/5),  Zucca 7 (3/4, 0/1), Sergio 3 (0/0, 1/3),  Zugno 0 (0/1, 0/0),  Marelli 0 (0/0, 0/0),  Augeri 0 (0/0, 0/0),  Piccoli 0 (0/0, 0/0),  Bedini 0 (0/0, 0/0). All. Dell'Agnello

 

M Rinnovabili Agrigento: Cannon 17 (7/11, 0/0), Bell 13 (1/3, 3/6),  Zilli 13 (4/7, 0/0), Pepe 13 (2/4, 3/6), Ambrosin 12 (2/7, 2/10), Marco Evangelisti 11 (1/3, 3/3),  Guariglia 5 (1/2, 1/2),  Fontana 3 (0/1, 1/1),  Sousa 2 (1/2, 0/1),  Cuffaro 0 (0/0, 0/0). All. Ciani

 

 

 

Allerta meteo ad Agrigento: rinviate tutte le attività sportive. Lo ha disposto il sindaco Calogero Firetto. Rinviata, dunque, la partita di calcio del campionato di Promozione Akragas – Kamarat in programma allo stadio Esseneto dalle 14,30.

La gara potrebbe essere recuperata il prossimo 14 novembre.

 

Lo scontro tra le squadre considerate big del campionato è stato vinto nettamente dal Santa Teresa di Riva. La Seap Aragona si è arresa perdendo col massimo scarto, 3 a 0.

Le biancazzurre di Francesco Eliseo hanno dato realmente filo da torcere alle padroni di casa soltanto nel primo set, terminato 31-29. Poi le cronache raccontano di un tonfo delle agrigentine.

Sorretta da un pubblico caloroso, Santa Teresa di Riva ha dominato la gara. Aragona ha sbagliato tanto sia in attacco che in difesa. Il calo di concentrazione è stato evidente.   

Gli altri due parziali sono terminati 25-12 e 25-16.

Una brutta sconfitta per come è maturata. Ci si aspettava una prestazione diversa dalla Seap Aragona in una gara importante anche se, ovviamente, non decisiva. E’ stata l’occasione per misurarsi contro, probabilmente, la squadra da battere nel girone di B2. Aragona è avvisata.

Adesso Aragona osserverà un turno di riposo. Tornerà in campo il 10 novembre per affrontare al pala Nicosia il Terrasini.  

Il momento della Fortitudo Moncada Agrigento è molto positivo. Tre successi su quattro rappresentano un ottimo inizio di campionato. Coach Franco Ciani lavora per plasmare ulteriormente la squadra e la trasferta di Bergamo (lunedì ore 20,30) è un nuovo interessante banco di prova. Virus intestin

La Fortitudo Moncada Agrigento arriva a Bergamo col morale alto ma anche con la consapevolezza che ogni gara va affrontata con la massima attenzione. I biancazzurri ritrovano l’ex play Ruben Zugno e sarà un motivo in più d’interesse sulla gara.  

Il pre gara nel commento di coach Franco Ciani

 “E’ una gara tatticamente complicata, Bergamo è una squadra forte. E’ vero è incentrata sul talento degli americani, con un gruppo di italiani che sanno essere gregari o protagonisti, sulla base delle esigenze della partita. E’ una squadra che ha perso la prima gara ieri. Sul loro campo hanno travolto gli avversari dobbiamo disputare una partita attenta senza alti e bassi o varie pause. I cali di tensione, contro questa tipologia di squadra e in trasferta sarebbero estremamente pericolosi”.

Attenzione rivolta a Bergamo. Giacomo Zilli è pronto alla sfida.

“La vittoria contro Legnano è stata importante, ma adesso dobbiamo pensare a Bergamo. Ci aspetta una partita tosta, contro una delle migliori squadre del torneo. Dobbiamo essere abili e attenti a non cadere nella loro trappola. In difesa non dobbiamo avere cali di tensione, solo così possiamo riuscire a vincere”.

La Fortitudo Moncada Agrigento riscatta prontamente la sconfitta di sabato scorso con l’Eurobasket Roma. I biancazzurri fanno valere il fattore campo e senza, eccessive fatiche superano l’ostacolo Legnano. Vittoria ampia, netta: 81 a 66.

Gli agrigentini hanno sempre condotto il match per poi dilagare nell’ultimo quarto. La Fortitudo Moncada ha confermato d’essere squadra giovane ma di valore e personalità. Il gruppo si va plasmando sempre più, si consolidano i sistemi tattici, la squadra sta crescendo ed è ciò che più deve soddisfare lo staff tecnico guidato da Franco Ciani.

Tutti i giocatori danno il proprio contributo, ciascuno assolve al proprio compito, ed è la risposta ad un lavoro che non lascia nulla al caso anche dal punto di vista fisico-atletico. La macchina Fortitudo Moncada gira abbastanza bene già in queste prime giornate di campionato ed è assolutamente incoraggiante per il proseguo della stagione.

La partita con Legnano presentava delle insidie, dovute anche al pessimo inizio d’anno dei biancorossi. La Fortitudo ha interpretato la gara nel modo giusto. Sempre testa avanti e nell’ultimo quarto coach Ciani ha dato spazio a chi finora ne ha avuto meno. In casa Legnano, London ha provato a tenere a galla gli ospiti con i suoi 26 punti ma non è bastato.

Agrigento intende confermare quanto di buono fatto anche lo scorso anno. La strada è tracciata. I presupposti ci sono tutti. Nel frattempo, la Fortitudo Moncada tornerà in campo lunedì prossimo per affrontare in trasferta Bergamo.

Moncada Rinnovabili Agrigento - Legnano 81-66 (22-20, 21-14, 23-17, 15-15)

Moncada Rinnovabili Agrigento:  Pepe 15 (2/3, 2/5), Cannon 12 (5/6, 0/1),  Evangelisti 11 (2/4, 1/1),  Fontana 10 (1/1, 2/3),  Guariglia 10 (3/7, 1/4), Zilli 8 (3/5, 0/0),  Sousa 6 (0/0, 2/6), Ambrosin 5 (1/2, 1/4),  Bell 4 (1/6, 0/0),  Cuffaro 0 (0/0, 0/0), Nicoloso 0 (0/1, 0/0), Trupia 0 (0/1, 0/0). All Ciani

Axpo Legnano: London 26 (5/8, 4/8), Raffa 11 (5/10, 0/5),  Bortolani 9 (4/6, 0/4), Ferri 6 (0/0, 2/2), Corti 6 (3/3, 0/0), Serpilli 3 (1/3, 0/5), Bianchi 3 (1/2, 0/1),  Bozzetto 2 (1/2, 0/2),  Coraini 0 (0/0, 0/0),  Berra 0 (0/0, 0/0). All Sacco

 

 

 

 

La Fortitudo Moncada Agrigento torna in casa giovedì sera, al pala Moncada, per il turno infrasettimanale valevole per il quarto turno di campionato. Ospite di giornata Legnano. Fischio d’inizio alle 20,30.

I biancazzurri proveranno a ritrovare il successo per dimenticare la sconfitta di Ferentino con l’Eurobasket Roma. Così il coach Franco Ciani:

 “Ritorniamo davanti al nostro pubblico, per noi mantenere l’imbattibilità casalinga è importate. Dobbiamo interpretare in maniera giusta questa gara. Mi aspetto una partita difficile. La loro classifica non è brillante, ma dobbiamo avere grande rispetto, perché il loro tasso qualitativo è importante. Dovremmo essere prima di tutto fortemente determinati in difesa.

Dobbiamo limitare Raffa e togliere i riferimenti tra lui e la squadra, cercando di rompere il loro sistema offensivo. Contro Legnano non deve essere una gara a chi segna di più, dobbiamo cercare di limitare fortemente la loro produzione di punti.  Per noi è un periodo pesante, la trasferta di Biella poi il turno infrasettimanale e tra qualche giorno partiamo per Bergamo.

Ovviamente, bisogna azzerare in fretta le scorie della partita precedente. Nel giro di due giorni dobbiamo riportare la mente in una situazione tattica completamente diversa. Per fare tutto questo serve attenzione e tanta concentrazione. Dobbiamo riuscire a gestire le energie nel migliore dei modi. Sotto il profilo fisico abbiamo qualche acciacco, cercheremo di recuperare tutti nel minore tempo possibile”.

Della gara con Legnano parla uno dei volti nuovi della Fortitudo 2018-2019, Dimitri Sousa. Per lui sarà l’esordio al pala Moncada visto che in occasione del derby con Capo d’Orlando non è stato schierato per problemi muscolari.

"Per giovedì mi aspetto una gara durissima. Dobbiamo giocare una partita tosta dimostrando ai nostri avversari che giochiamo in casa nostra. La chiave tattica del match? La nostra squadra se difende bene attacca meglio. Dobbiamo pensare a difendere con ordine, i punti in attacco arriveranno di conseguenza".

  1. Popular
  2. Trending
  3. Comments